Melissa Rosenberg: ecco com’è nata la scena della battaglia in Breaking Dawn 2!

Melissa RosenbergMelissa Rosenberg, la sceneggiatrice di tutti i film della saga di Twilight, ha rivelato in un’intervista a EW com’è nata la scena più spettacolare di Breaking Dawn Parte 2, ideata in collaborazione con Stephenie Meyer!

Ecco il suo racconto (ovviamente, SPOILER per chi non ha ancora visto il film!):

Stavamo girando Eclipse a Vancouver, e io e Stephenie siamo andate a cena in una steakhouse. All’epoca lei non era ancora sicura di voler trasporre il quarto libro in un film, e io non ero certa di voler continuare a sceneggiare questa saga. Stephenie sapeva che il libro finiva con una conversazione molto tesa, e non so chi di noi abbia avuto per primo l’idea [della scena della battaglia]; né io né lei ce lo ricordiamo con precisione. Forse l’abbiamo avuta insieme. Ci abbiamo riflettuto su e ci siamo dette: “Ecco! Così può funzionare!”

Scrivo sempre per esteso le scene di battaglia nella sceneggiatura, non perché immagino che le sequenze d’azione saranno girate come io le ho scritte, ma perché dobbiamo sapere chi muore quando, perché, come, chi li uccide, qual è l’emozione del momento. Alla fine le decisioni spettano al regista e al coordinatore degli stuntmen; io sono arrivata fin dove potevo sulla pagina.

Anzitutto mi sono chiesta: quale sarebbe la morte più scioccante? Perché la prima morte dà inizio alla battaglia, e dev’essere qualcuno a cui tutti sono affezionati. E siccome sono tutti lì per Carlisle, era logico che fosse lui. Be’, in realtà la prima a morire è Irina. Ma gli altri vampiri non la conoscono bene, se sono in battaglia è per Carlisle. E poi mi sono chiesta: chi dà più soddisfazione uccidere? Chi sono stati i vari nemici mortali? Quindi a ognuno di loro è dedicato un momento. Ovviamente dovevano essere Bella e Edward a uccidere Aro. Era il gran finale, ed era giusto che lo facessero insieme. Volevo vedere Bella farlo a pezzi! [Ride]

stephenie meyerNella Parte 2 si fa sul serio: fin dal momento in cui Bella abbraccia Edward e quasi lo soffoca, inizia una serie di scene umoristiche. Gli attori hanno interpretato una commedia. Quando Bella diventa un vampiro, c’è humour. Bella non soffre più per amore, ma dà prove di forza. Quando uccide il puma, quando maltratta Jacob… è stata una grande soddisfazione, dopo quattro episodi.

Non penso che il film si allontani mai davvero dal libro. Il fatto è che il libro è raccontato dal punto di vista di Bella. Per esempio, Jacob dice a Bella: “Ehi, ho detto a tuo padre che sono un licantropo”. Stephenie non poteva scrivere quella scena perché Bella non era presente. Ma io ho potuto scriverla! [Ride] È stato molto divertente. In generale, il mio approccio per tutti i film è consistito nel portare i personaggi lungo lo stesso percorso emotivo che compiono nei libri. Contrattualmente Stephenie ha sempre avuto una lista di cose che potevano o non potevano succedere: non potevano esserci denti appuntiti, nessuno poteva morire nel film se non moriva nel libro. Non ho mai davvero letto quelle liste, perché essenzialmente dicono: “Adattate il libro, non usatelo come trampolino di lancio per una storia completamente diversa su Bella che è un’agente della CIA”.

Gli attori non hanno saputo [che ci sarebbe stata la scena della battaglia] finché non ho finito la sceneggiatura, quindi l’hanno scoperto molti mesi dopo, quando sono arrivati sul set. Io non c’ero, ma posso garantirvi che sono rimasti di stucco, perché le riprese di quella scena si prospettavano molto divertenti. E alla premiere, gli spettatori non smettevano più di gridare. Ogni volta che moriva qualcuno, il pubblico strillava “Oh mio Dio!” E poi, quando hanno capito come stavano davvero le cose, si sono messi a strillare ancora di più. Divertentissimo! Il mio unico problema alle premiere è che mi piace sentire l’energia dei fan, ma strillano così tanto da coprire le battute che ho scritto! [Ride] E vorrei dirgli: “State zitti, vi siete appena persi una battuta molto spiritosa!”

Anche voi avete gridato, al cinema? Ditecelo nei commenti!

Stephenie Meyer commenta il finale di Breaking Dawn – Parte 2!

Avete già visto le 40 nuove immagini da Breaking Dawn Parte 2 pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale italiana?

604134 10151352865327502 1071827983 n

Stephenie Meyer ha pubblicato sul suo sito ufficiale un messaggio rivolto alle lettrici e ai lettori che si sono stupiti del finale del film di Breaking Dawn 2, che come sappiamo è un po’ diverso dal libro. Ecco cos’ha scritto: ovviamente attenti agli SPOILER nel caso non abbiate ancora visto il film! 220px Stephenie Meyer by Gage Skidmore

Molti mi hanno chiesto cosa ne penso di questo cambiamento, proprio nel momento decisivo del film. La mia risposta è stata che non mi sembra un cambiamento così drastico. Per me, quel momento è già presente nel libro. Ma non lo vediamo in tutti i dettagli macabri ed emozionanti, perché nel libro vediamo il mondo solo attraverso gli occhi di Bella. Alcuni dei giornalisti con cui ho parlato volevano sapere dove fosse nascosto questo momento nel libro. La risposta è: nel quarto paragrafo di pagina 738 dell’edizione americana:

“Aro mi guardò negli occhi per un momento lungo e gravido di tensione. Non avevo la minima idea di cosa stesse cercando, o di cosa avesse trovato, ma, dopo avermi valutata per quell’attimo, qualcosa nella sua espressione cambiò, l’atteggiamento della bocca e dello sguardo variarono leggermente, e capii che aveva preso una decisione.”

In questa breve analisi, dopo che Bella ha rivelato l’estensione dei suoi poteri, Aro immagina il probabile esito di una battaglia contro i Cullen. Proprio come vediamo nel film, Aro prevede una lotta più ad armi pari di quanto credesse, prevede la morte di troppi suoi alleati e – cosa inaccettabile – la probabilità di morire lui stesso. Benché alla fine fosse plausibile una vittoria dei Volturi, Aro non sarebbe sopravvissuto per vederla, e l’intoccabile autorità dei Volturi sarebbe stata spezzata, forse per sempre. È questa visione del futuro – sebbene imperfetta, ed esito di una congettura da parte sua – a motivare la sua ritirata.

Io e Melissa Rosenberg ci siamo viste una sera a cena (durante le riprese di Eclipse) per trovare un modo di rendere più cinematica la fine di Breaking Dawn. La domanda di fondo era: come trasformare quella visione di Aro in qualcosa che lo spettatore potesse vedere? La risposta è stata piuttosto semplice, una volta che ci abbiamo riflettuto: avevamo già un personaggio che poteva mostrarci le sue visioni. Quindi, l’unico vero cambiamento rispetto al libro è che Alice entra in scena prima e viene in contatto con Aro.

(In questa visione ci sono alcune piccole infrazioni alla mitologia? Sì, come alcuni di voi hanno fatto osservare. L’opinione comune è stata che una lieve deviazione da quanto stabilito fosse perdonabile in nome dell’intrattenimento. Avevo preparato alcune altre soluzioni molto elaborate, ma generavano troppa confusione e non erano spettacolari quanto quella che avete visto al cinema. E ovviamente il risultato è stata una scena molto coinvolgente.)

Alcuni giornalisti mi hanno chiesto se avrei cambiato qualcosa nella battaglia, se l’avessi scritta io; la risposta è sì. Soprattutto avrei fatto morire più Cullen. Penso che i Volturi avrebbero vinto; una volta uccisi i personaggi con più poteri, alla fine avrebbe avuto la meglio la forza bruta, e i Volturi hanno più soldati e più esperienza. Ovviamente, se avessimo ucciso Edward sarebbe apparso subito evidente che si trattava di una visione. Alla fine, quando è stata rivelata la visione, la reazione che ho sentito in due platee in cui mi ero inserita in incognito è stata solo di sollievo ed entusiasmo. Complimenti a Bill C per aver creato la perfetta reazione emotiva! Sa suonare le corde del nostro cuore come un virtuoso.

È stato bello passare un po’ di tempo con i fan agli eventi per Breaking Dawn 2, e guardare il film alla premiere in loro compagnia. È stata l’esperienza migliore che io abbia mai avuto con un film di Twilight, e una conclusione perfetta per la mia esperienza personale di questa saga. Spero che il film sia piaciuto anche a voi e che vi siate divertiti in questo gran finale. Voi, lettori e spettatori, avete trasformato questi dieci anni in un’esperienza incredibile, straordinaria, e vi ringrazio tantissimo. Spero che rivedrò alcuni di voi a marzo (pubblicità occulta per The Host), perché mi rattrista molto pensare che la relazione con i miei lettori stia volgendo al termine.

Buone feste a tutti voi, vi auguro una stagione piena di buoni amici e buoni libri!
Con affetto,
Steph

Che ne dite? Vi convince la spiegazione di Stephenie?

Le prime foto dal Comic-Con!

Il grande giorno è arrivato: tra poche ore – stasera alle 21:45 ora italiana, per la precisione – il cast di The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 2 presenterà al Comic-Con di San Diego uno spezzone inedito del film e ci saranno una conferenza stampa e un red carpet!

Tornate a trovarci qui sulla Gazzetta stasera, perché seguiremo l’evento in diretta e vi daremo tutte le news in tempo reale… Ma intanto ecco qualche foto per stuzzicare la curiosità e far passare più in fretta le ore che ci separano dal grande evento!

Ecco la nostra amatissima Stephenie Meyer che firma autografi: l’autrice è al Comic-Con anche per presentare qualche novità sul film THE HOST, tratto dal suo romanzo L’Ospite. Ovviamente vi terremo aggiornati anche su quello!

Stephenie cc 2012 523x700

Ecco invece un bellissimo ritratto di Ashley Greene con la deliziosa Mackenzie Foy, che interpreta (ma non c’è bisogno che ve lo ricordiamo, vero?) la piccola Renesmee Cullen.

Ashley Mackenzie cc2012

Ed ecco qualche immagine del merchandise di Twilight che viene distribuito in queste ore ai fortunati che sono riusciti ad accaparrarsi un biglietto:

652dde7c35ae14b018447c471429331f

1342063345 3694 Booth1

Le celebrazioni per il gran finale della saga si svolgeranno ovviamente in tono minore, perché, come forse sapete, ieri è arrivata una notizia molto triste: una fan di Twilight, che era in fila fuori dal Padiglione H per l’evento Breaking Dawn 2, è stata investita da un’auto ed è morta poche ore dopo in ospedale. Qui trovate tutti i dettagli su questo terribile incidente. La Summit ha espresso le proprie condoglianze alla famiglia della donna, che si chiamava Gisela, e ha promesso che “verrà ricordata a dovere questo giovedì [oggi, ndr.] nel Padiglione H”. Anche noi della Gazzetta ci uniamo al cordoglio per questa tragedia.

Restate con noi nelle prossime ore, vi aggiorneremo su tutto ciò che succede a San Diego e nel Padiglione H!

Immagini e video dal set di The Host!

Oggi vogliamo mostrarvi due immagini di THE HOST (L’Ospite), il film evento del 2013 tratto dal romanzo bestseller di Stephenie Meyer. Nelle foto vediamo la protagonista Melanie, interpretata da Saoirse Ronan, insieme a Ian (Jake Abel).

532195 391235537600578 633747254 n

Thehostnewabelflphotosfullsave01

Abbiamo poi un video con interviste al cast, uscito qualche tempo fa ma che forse non tutti avete visto: ci sono alcune inquadrature molto interessanti girate sul set durante le riprese!

Iscrivetevi alla pagina Facebook ufficiale italiana di THE HOST e potrete avere in anteprima un mucchio di notizie e contenuti esclusivi sul film!

THE HOST, che uscirà nella primavera 2013 e di cui sono da poco terminate le riprese, è diretto da Andrew Niccol e sceneggiato dallo stesso Niccol e da Stephenie Meyer. Nel ruolo della protagonista Melanie c’è Saoirse Ronan. Nel cast anche Max Irons, Jake Abel, Maggie Stryder e William Hurt.

La trama di THE HOST:

Nel futuro la specie umana sta scomparendo. Un’altra razza, aliena, potente e intelligentissima, ha preso il sopravvento, e i pochi umani rimasti vivono raccolti in piccole comunità di fuggiaschi. Tra loro c’è Jared, l’uomo che la giovane Melanie, da poco caduta nelle mani degli “invasori”, ama e non riesce a dimenticare. Neppure adesso che il suo corpo dovrebbe essere niente più di un guscio vuoto, un semplice involucro per l’anima aliena che le è stata assegnata. Perché l’identità di Melanie, i suoi ricordi, le sue emozioni e sensazioni, il desiderio di rincontrare Jared, sono ancora troppo vivi e brucianti per essere cancellati. Così l’aliena Wanderer si ritrova, del tutto inaspettatamente, invasa dal più umano e sconvolgente dei sentimenti: l’amore. E, spinta da questa forza nuova e irresistibile, accetta, contro ogni regola e ogni istinto della sua specie, di mettersi in cerca di Jared. Per rimanere coinvolta, insieme a Melanie, nel triangolo amoroso più impossibile e paradossale, quello fatto di tre anime e due soli corpi.

Avete letto il libro? Vi è piaciuto? Cosa vi aspettate dal film? Vi convince la scelta di Saoirse nel ruolo della protagonista, e di Jake Abel per Ian?

Nel caso vi fosse sfuggito quando è stato pubblicato, ecco il teaser trailer in italiano:

Qualche novità sul film L’Ospite, da un romanzo di Stephenie Meyer

TheHost

Mentre aspettiamo che escano altre notizie su Breaking Dawn 2, vogliamo aggiornarvi anche su un altro progetto legato a Stephenie Meyer: l’adattamento cinematografico dell’Ospite, il suo romanzo che non fa parte della saga di Twilight.

Per chi di voi non l’avesse mai letto (ma vi consigliamo di leggerlo, perché è una bellissima avventura e una storia d’amore molto romantica e delicata), la trama è questa:

Nel futuro la specie umana sta scomparendo. Un’altra razza, aliena, potente e intelligentissima, ha preso il sopravvento, e i pochi umani rimasti vivono raccolti in piccole comunità di fuggiaschi. Tra loro c’è Jared, l’uomo che la giovane Melanie, da poco caduta nelle mani degli “invasori”, ama e non riesce a dimenticare. Neppure adesso che il suo corpo dovrebbe essere niente più di un guscio vuoto, un semplice involucro per l’anima aliena che le è stata assegnata. Perché l’identità di Melanie, i suoi ricordi, le sue emozioni e sensazioni, il desiderio di rincontrare Jared, sono ancora troppo vivi e brucianti per essere cancellati. Così l’aliena Wanderer si ritrova, del tutto inaspettatamente, invasa dal più umano e sconvolgente dei sentimenti: l’amore. E, spinta da questa forza nuova e irresistibile, accetta, contro ogni regola e ogni istinto della sua specie, di mettersi in cerca di Jared. Per rimanere coinvolta, insieme a Melanie, nel triangolo amoroso più impossibile e paradossale, quello fatto di tre anime e due soli corpi.

Il film, di cui sono appena terminate le riprese, è diretto da Andrew Niccol e sceneggiato dallo stesso Niccol e da Stephenie Meyer. Nel ruolo della protagonista Melanie c’è Saoirse Ronan. Nel cast anche Max Irons, Jake Abel, Maggie Stryder e William Hurt.

Ed ecco un paio di foto scattate sul set: l’interno di una grotta e un suggestivo tramonto fra i cactus.

Aaei5H7O

2 700x525

Chi di voi ha letto il romanzo ha già capito a quali scene si riferiscono queste foto?

Di seguito vi presentiamo anche il teaser trailer e alcune immagini ufficiali: e vi ricordiamo che L’Ospite esce il 29 marzo 2013.

Saoirse ronan host ospite wanda

L ospite 1

L ospite